Prenota il tuo Hotel a Genova e provincia
alle migliori tariffe
HotelsGenova.it
Prenotazione diretta con gli hotel dell'Associazione Albergatori di Genova:
nessun intermediario, nessuna commissione.

Rapallo

Nel cuore del Golfo del Tigullio, una cittadina marinara di antica e rinomata tradizione turistica.

Seleziona un hotel a Rapallo

clicca qui

Nel punto più interno e protetto del Golfo del Tigullio, sorge Rapallo, cittadina di antica tradizione turistica (fin dall’Ottocento meta dell’elite soprattutto inglese) a circa 30 Km dal capoluogo ligure a cui è ben collegata sia via autostrada che ferrovia come le altre località costiere della Riviera.

Lo sviluppo urbanistico di Rapallo, ebbe un’impennata soprattutto nel secondo dopoguerra, durante gli anni Settanta e almeno per tutti gli anni Ottanta. Il primo nucleo abitativo di Rapallo sembra avere origini molto antiche, addirittura risalenti al VII secolo a.C. Dopo secoli di diverse conquiste da parte di Longobardi e Franchi, Rapallo divenne libero Comune (1171) sotto il potere di Genova di cui seguirà sostanzialmente le sorti fino alla costituzione del Regno d’Italia. Storicamente Rapallo è famosa anche per essere stata la sede di tre importanti avvenimenti: la Conferenza di Rapallo (1917) tra Francia, Italia e Gran Bretagna, il Trattato di Rapallo (1920) col quale il Regno d’Italia e la Jugoslavia delineavano i confini nei Monti Balcani e il secondo Trattato di Rapallo (1922) col quale Germania e Unione Sovietica rinunciavano ai danni di guerra.

Il territorio comunale di Rapallo è costituito da otto frazioni: Montepegli, San Martino di Noceto, San Massimo, San Pietro di Novella, Santa Maria del Campo, San Quirico d'Assereto e Sant'Andrea di Foggia. Tra i monumenti storici, di origine militare, merita una visita il Castello: eretto nel 1550-51 contro gli attacchi saraceni, sembra letteralmente galleggiare sul mare. Oggi ospita alcune mostre ed è protagonista dello scenografico incendio alla fine degli spettacoli pirotecnici che vengono messi in scena ogni anno il 3 luglio per la festa patronale.

Punto panoramico per eccellenza il Santuario di Montallegro, raggiungibile attraverso le antiche mulattiere, in auto e autobus o con una moderna funivia. Da sempre luogo di pellegrinaggi e ritenuto teatro di miracoli, raccoglie una quantità enorme di ex voto lasciati dai fedeli (italiani e stranieri) in visita.

 

Photo credit: teoross